Come arredare la tua camera da letto matrimoniale
COME ARREDARE LA CAMERA DA LETTO MATRIMONIALE

Come arredare la camera da letto matrimoniale

Arredare la camera da letto matrimoniale: quale stile scegliere

Arredare una casa con gusto rappresenta indubbiamente una delle cose più divertenti ma al tempo stesso più difficili che si possano fare. Essa infatti deve apparire esteticamente gradevole, accogliente e sicuramente molto intima. Uno degli ambienti più interessanti per ciò che riguarda l’arredamento è sicuramente la camera da letto matrimoniale. Quest’ultima difatti costituisce il luogo nel quale rilassarsi e concedersi del tempo per se stessi. Per tale ragione dunque è necessario che essa sia arredata nella maniera migliore possibile. Se infatti una camera da letto matrimoniale appare spoglia, poco ospitale oppure confusionaria, sarà davvero molto difficile riuscire a riposarsi e scaricare le tensioni accumulate durante la giornata.

L’arredamento di una camera da letto non può essere lo stesso per tutte le abitazioni

Ogni camera da letto ha un proprio stile ben specifico che dipende senza dubbio dai propri gusti personali e dalle proprie esigenze. Ci sono diversi stili tra cui poter scegliere per arredare una camera da letto. Quelli sicuramente più conosciuti sono lo stile shabby chic, lo stile classico, lo stile moderno o contemporaneo e lo stile etnico.

Come arredare la propria camera da letto in base ai diversi stili

Chi decide di adottare uno stile shabby chic per arredare la propria camera da letto matrimoniale deve tenere in considerazione alcuni elementi fondamentali. Innanzitutto i colori: lo stile shabby prediligere tonalità tenui, delicate e molto chiare. Via libera dunque al bianco candido, al panna oppure ai toni pastello come l’azzurro ed il rosa. I mobili (compreso il letto) devo essere realizzati in legno bianco fintamente trascurato, che conferisce l’idea di un ambiente antico ma al tempo stesso molto alla moda. I complementi d’arredo che possono essere utilizzati per decorare la stanza sono delle candele profumate, dei morbidi cuscini oppure delle lanterne da poggiare sul pavimento.

Quello classico invece è uno stile tradizionale che prevede la presenza di mobili in legno antico, prevalentemente scuro. Il letto può essere in ferro battuto mentre è consigliabile acquistare un armadio imponente di dimensioni piuttosto grandi. Qualche fiore finto disposto sul comodino e delle lampade classiche daranno immediatamente carattere alla camera.

Lo stile moderno e contemporaneo è sicuramente quello al giorno d’oggi più utilizzato per arredare non solo la camera da letto ma tutti gli altri ambienti della casa. Esso infatti è estremamente versatile e si adatta alla maggior parte delle abitazioni. Lo stile moderno predilige nuance calde e chiare come ad esempio il beige oppure il tortora. Anche il classico bianco latte può essere una soluzione adeguata se si vuole dare luminosità alla camera. Per quanto riguarda il letto bisogna sceglierne uno avente la spalliera imbottita mentre i comodini e l’armadio devono avere un design semplice, lineare e non eccessivamente ricco di orpelli e decorazioni. I complementi di arredo più indicati sono gli specchi di diverse dimensioni oppure delle piccole cornici.

Lo stile etnico è invece molto più caotico e confusionario ed è molto difficile da riprodurre se non lo si conosce bene. Per arredare la propria camera da letto secondo questo stile bisogna scegliere per prima cosa il letto: deve essere piuttosto basso, realizzato in legno scuro e deve presentare dei motivi geometrici. Anche tutti gli altri mobili della stanza devono essere in legno a patto che non sia troppo lavorato. Per decorare l’ambiente e renderlo più gradevole è possibile collocare delle piante grasse, dei soffici tappeti dai colori caldi e dei soprammobili a tema. 

Ti piacciono i consigli di Metaverso?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli

[sibwp_form id=2]