Come arredare la tua cucina, lo spazio più utilizzato di casa.
come arredare la cucina

Come arredare la cucina

La cucina è l’ambiente domestico utilizzato da tutti e per gli scopi più disparati: il tavolo non solo accoglie il pranzo o la cena, ma si trasforma in scrivania per lo studio, in piano da lavoro per la sperimentazione delle ricette, in punto di ritrovo con amici e parenti. La cucina rappresenta quindi l’anima della casa e come tale deve racchiudere ogni tipo di comfort accontentando esigenze come la questione dello spazio, della luminosità e dei complementi d’arredo che dovranno essere contemporaneamente funzionali e di qualità. Arredare una cucina è tanto semplice quanto insidioso perché è facile sbagliare, peccando soprattutto di cattivo gusto nella scelta dei mobili.

Come arredare una cucina: le regole basilari dell’interior design

1) Come arredare e ottimizzare lo spazio di una cucina?

La cucina può essere un ambiente a se stante oppure, come spesso accade, essere ricavata in un piccolo angolo all’interno di una stanza. In questo modo è possibile avere un’ingresso cucina, una cucina soggiorno o semplicemente un angolo cottura diventando necessario arredare in maniera tale da sfruttare funzionalmente lo spazio a disposizione. Ovviamente la scelta migliore ricadrà sulle varie componenti di cui è composta una cucina, optando per le soluzioni su misura e per mobili dalle ridotte dimensioni. Un’ampia cucina può ospitare una penisola che può fungere da elemento separatore se l’ambiente è annesso ad un soggiorno. Per arredare una cucina piccola con uno spazio ridotto si può utilizzare una cucina componibile che permette di scegliere mobili modulari da adattare ad ogni angolo mentre gli elettrodomestici ad incasso ottimizzano l’ambiente rispetto all’alternativa free standing.

Un tavolo apribile può essere utilizzato in tutta la sua estensione per arredare una cucina piccola e per ospitare comodamente i propri invitanti, riducendosi ad un quattro posti per le cene in famiglia o in coppia.

2) Qual’è lo stile migliore per arredare una cucina?

La maggior parte delle persone pensa che una cucina tradizionale, dalle linee classiche ed austere, sia la scelta migliore per molti aspetti: l’eleganza e la semplicità non tramonteranno mai ed il colore tipico del legno sembra infondere un senso di calore e di familiarità. Eppure esistono numerose proposte per come arredare una cucina moderna, prediligendo uno stile contemporaneo senza rinunciare alla qualità dei materiali. I mobili laccati danno lucentezza all’ambiente anche se si sporcano facilmente e la predilezione di vetri spazzolati nelle credenze regala carattere in più per una cucina moderna.

Gli stili sono personalizzabili ed adatti ad ogni gusto: in una cucina Industrial prevalgono gli elementi in ferro a differenza di una cucina Country che sottolinea le venature del legno per esaltare il senso rustico dei complementi. I tavoli di design si adattano ad ogni tendenza, potendo smorzare le regole di uno stile preferendo complementi d’autore che renderanno la tua cucina una piccola opera d’arte.

Arredare la cucina con innovazione

1) Lavelli e rubinetterie per una cucina ecocompatibile

Se si cercano complementi d’arredo che siano diversi dalle solite proposte offerte dagli esperti del settore, è possibile orientarsi su elementi che possono davvero fare la differenza. Ad esempio un lavello sottotop si presta ad essere una soluzione continua fra piano di lavoro (come marmo e granito) e area di scolo, senza necessariamente utilizzare siliconi per fissare la vasca all’interno della cucina. I colori spaziano dall’acciaio al nero, per giungere al bianco della ceramica la cui particolarità consiste nell’essere un materiale igienico capace di disperdere facilmente gli odori e i liquidi. Anche le rubinetterie sono progettate per ridurre lo spreco di acqua e per agevolare la pulizia di cibo e pentole. E’ il caso del lavello con doccetta, dotato di un miscelatore regolabile ed estraibile pronto per essere utilizzato in qualsiasi operazione.

2) Elettrodomestici da incasso e free standing: qual’è la migliore scelta per la tua cucina?

Gli elettrodomestici sono un tutt’uno con i mobili di una cucina perché senza un forno, un frigorifero ed una lavastoviglie difficilmente l’ambiente diventa funzionale. Molti complementi d’arredo sono progettati per ospitare elettrodomestici dalla dimensione prestabilita consentendo di ottimizzare lo spazio sia verticalmente che orizzontalmente. Il forno occuperà un vano a se stante rispetto al piano cottura, sotto il quale potrà essere adagiato l’impianto a gas per la cottura dei cibi.

Gli elettrodomestici free standing possono essere sistemati ovunque essendo adatti principalmente per le cucine ampie. In questo caso si potrà acquistare un frigorifero all’americana o un forno professionale per torte e pizze, orientandosi per una termocucina se si vuole sfruttare un’alternativa ecocompatibile e poliedrica. La termocucina funziona con la legna ed offre l’opportunità di riscaldare gli ambienti domestici utilizzando i principi di una caldaia. L’acqua calda è assicurata nei periodi invernali ottenendo una cottura che ricorda le crostate della nonna.

Ti piacciono i consigli di Metaverso?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli

[sibwp_form id=2]