L'incredibile storia del Bidet | Metaverso design Brescia
la-storia-del-bidet

L’incredibile storia del bidet

Quando devi arredare la tua casa la stanza da bagno e i relativi sanitari spesso vengono considerati degli arredi di secondo piano. Si sceglie con cura il mobilio, lo specchio, persino le luci, ma non si presta molta attenzione al water e al bidet. Hai mai pensato invece a quale fondamentale importanza rivestono per la fruibilità della tua stanza da bagno? La scelta dei sanitari non deve mai essere lasciata al caso, o affrontata con leggerezza. Noi di Metaverso lo sappiamo bene, perché quando dobbiamo progettare lo spazio interno di un bagno per prima cosa consideriamo proprio dove andranno posizionati i sanitari, e di conseguenza il modo migliore in cui allestire l’ambiente in modo funzionale ma anche esteticamente gradevole.

L’anomalia del bidet

I designer italiani hanno un oggetto di arredo in più di cui occuparsi, quando devono arredare una stanza da bagno. Si tratta del bidet che, come forse saprai, non è universalmente utilizzato, ed ha anzi una storia piuttosto curiosa. Per quanto sembri che siano stati trovati dei reperti che ci fanno ipotizzare che anche gli antichi romani potessero usare un sistema simile per l’igiene intima, la storia del bidet comincia in tempi abbastanza recenti. Siamo nel 1710 quando il primo bidet venne installato in Francia presso gli appartamenti della famiglia reale. Pare che a Versailles ben cento stanze fossero munite di bidet, ma non dovettero avere molta fortuna perché, qualche tempo più tardi, vennero rimossi.

Uno strumento da meretricio

Per lungo tempo i bidet hanno goduto di una fama un po’ equivoca, visto che, in realtà, la loro primissima diffusione si ebbe nei bordelli francesi. Noncurante di ciò, però, la regina di Napoli, verso la seconda metà del Settecento, volle un suo bidet personale nella Reggia di Caserta. Bisogna far presente però che a quell’epoca i bidet non erano parte dell’arredo del bagno, ma della camera da letto, insieme al pitale. Si racconta che anni dopo, quando alcuni funzionari furono chiamati a redigere un inventario dei beni custoditi nella Reggia, trovarono il bidet ma non seppero dire cosa fosse.

Il bidet oggi

Arriviamo quindi ai giorni nostri, perché in realtà la diffusione del bidet nelle case degli italiani è davvero recente. Iniziarono ad essere installati con gli altri sanitari nel bagno, accanto al water, solo a partire dagli anni Sessanta, ma molti non sapevano a che servisse e lo usavano per altri scopi. Fu anche inventato un sanitario che era una sorta di ibrido tra il water e il bidet, che però non incontrò molta fortuna. Sta di fatto che, ancora oggi, solo pochissimi Paesi adottano usualmente il bidet nell’arredo della stanza da bagno: L’Italia è in testa per diffusione, seguita da Portogallo e Francia in Europa. In Gran Bretagna il bidet è praticamente inesistente.

Problemi di spazio

Di solito la scelta di eliminare il bidet dalla stanza da bagno viene giustificata con problemi di spazio; ma questo problema in realtà non esiste se per il design dei tuoi ambienti ti affidi ad un tecnico professionista come noi di Metaverso. Infatti, grazie alle soluzioni innovative, che noi ben conosciamo, offerte dai fornitori di sanitari per il bagno, e grazie all’esperienza che ci consente di riuscire a sfruttare ogni centimetro della casa per garantirti il massimo risultato e il massimo comfort, non è difficile trovare il giusto spazio a tutto. Soprattutto, siamo sempre attenti alle tue esigenze e possiamo escogitare la soluzione migliore anche per quelle che sono le tue aspettative. La stanza da bagno non è affatto un ambiente secondario nell’economia della casa. deve essere calda, accogliente, e deve soprattutto garantire il massimo comfort.

Ti piacciono i consigli di Metaverso?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli

[sibwp_form id=2]