Progettare una cucina componibile - Metaverso design
Crea la tua cucina componibile

Progettare una cucina componibile

L’idea giusta per una cucina componibile funzionale

Il primo passo da fare per progettare una cucina componibile perfetta in ogni suo dettaglio, è quello di prendere correttamente le misure dello spazio a nostra disposizione, sia che si disponga di una stanza intera sia che si debba realizzare un angolo cottura. Questo ci permetterà di avere subito le idee molto chiare su come arredare l’ambiente e, soprattutto, quali complementi scegliere per renderlo efficiente. Alcuni pezzi, come il frigorifero, il lavandino, il forno ed il lavello devono essere necessariamente presenti e possibilmente vicini tra loro, per agevolare la preparazione dei cibi. In alcuni casi, questo potrebbe andare a discapito di alcuni complementi d’arredo come, ad esempio, una credenza che può essere anche sacrificata per consentire di avere gli elettrodomestici necessari a svolgere qualsiasi lavoro. La funzionalità è in effetti la caratteristica principale che bisogna tenere presente quando si deve scegliere una cucina componibile. D’altra parte, non tutti i progetti possono essere realizzati con la stessa facilità: bisogna considerare anche la posizione di porte, finestre, allacci idraulici e valutare l’eventuale difficoltà che comporterebbe il doverli spostare.

Scegliere l’isola

Tra i complementi d’arredo più di moda in questo periodo, una menzione particolare va sicuramente all’isola. Decora i cataloghi delle cucine più belle, ma chi pensa che sia necessario disporre di uno spazio grandissimo per poterla installare, si sbaglia di grosso. Anche se avete una cucina mini o un angolo cottura, potete scegliere un modello di piccole dimensioni che funga anche da piccolo tavolo o che abbia degli sportelli utilissimi per riporre pentole, tegami o piatti.

Progettare una cucina lineare ad U o a L

Se avete in mente di realizzare un angolo cottura ricavato dal soggiorno o da un corridoio, la cucina e tutti i suoi elementi potranno essere disposti su un’unica parete. In questo caso, i complementi d’arredo da scegliere dovranno sfruttare la profondità e non la larghezza. Così facendo riuscirete anche a ricavare persino una mini dispensa o un pensile dove riporre le bottiglie. Se avete a disposizione uno ambiente più grande ma comunque limitato, può essere una buona soluzione quella di sfruttare bene gli angoli. Il lavandino, ad esempio, può essere angolare ed essere posto sotto ad una finestra. Il forno ad incasso può trovarsi su una colonna che contenga anche stoviglie e altri utensili.

A seconda dello spazio a vostra disposizione, potrete quindi scegliere di realizzare una cucina con forma ad L, che sfrutti due pareti adiacenti, oppure ad U. In questo caso servirà un ambiente particolarmente capiente, in modo tale che muoversi per la stanza sia comunque pratico e veloce.

Lo stile giusto per ogni cucina

Una volta selezionati tutti i complementi d’arredo utili a rendere la cucina funzionale ed efficiente, non resta che dedicarsi alla scelta dello stile. Provenzale e romantica o moderna e minimalista? Bianco ottico o nero? Mobili lucidi o opachi? Le opzioni a disposizione sono davvero moltissime. Il consiglio è quello di scegliere qualcosa in linea con il resto dell’arredamento presente nella vostra casa, in modo tale che tutto l’appartamento sia ammobiliato secondo lo stesso gusto. Il medesimo discorso vale per colori e materiali. Scegliere una cucina realizzata con tinte neutre, ad ogni modo, allontanerà il pericolo che nel giro di pochi anni possiate stancarvi di una nuance accesa precedentemente scelta. Le idee per realizzare uno spazio confortevole e funzionale sono davvero moltissime. Scegliete la composizione che più si adegua alle vostre esigenze!

Ti piacciono i consigli di Metaverso?

Iscriviti e non perderti i nuovi articoli

[sibwp_form id=2]